Cosplay N. 44 - Costume 211
Anno di realizzazione: 2004
Tipologia: Romics 2004
Personaggi: Tidus


Titolo originale: Final Fantasy X
Titolo in Italia: Final Fantasy X
Autore: Square.Enix
 

Ecco il cosplay che più tra tutti ho adorato fare!
Ho giocato Final Fantasy X almeno 4 volte, mi sono immedesimato in Tidus e tutta la sua storia ogni singola volta. L'amore per Yuna, la sfida verso Sin, il commovente finale. Reallizzare il suo costume è stato molto bello in quanto sono affezionato al suo personaggio e anche perché è un vero e proprio esperimento, soprattutto per il suo braccio di armatura che, senza il preziosissimo aiuto di Enrico, non sarei mai riuscito a realizzare!

Ogni dettaglio è stato curato per questo costume, dall’etichetta con lo stemma degli "Abes" sul cappuccio ad ogni tipo di borchia dei pantaloni di pelle, alle chiusure lampo arrivando, ovviamente, al braccio "armato".

Certamente un cosplay incompleto da solo… ma non è detto che un giorno realizzeremo anche la sua Yuna!

Curiosità:
Una curiosità è sulla palla da blizzball. In molti hanno notato che aveva delle sfere trasparenti, in effetti una versione giapponese del gadget è fatta proprio in questo modo... semplicemente perché c’è aria per poterla rendere più “leggera” in una sfera piena d’acqua come è quella dove si gioca il Blizzball in Final Fantasy X.

Massimo

 
 
 
 
MISSION 44: Final Fantasy X
     
     
     
     
     
     
     
MASSIMO D.
                                 
 
MK-01·1999
                               

"Final Fantasy X" è il decimo titolo della saga di videogiochi di ruolo alla giapponese Final Fantasy.

Nella florida metropoli di Zanarkand un giovane campione di blitzball, di nome Tidus, entra in contatto con Sin, un'entità malvagia, e si ritrova mille anni nel futuro nell'apparentemente quieto mondo di Spira. Qui, dopo lo spaesamento iniziale, fa la conoscenza di nuovi amici: Wakka, capo di una fallita squadra di blitzball (lo sport nazionale), Lulu, zelante maga nera, Kimahri, membro della razza Ronso e ripudiato dai propri simili, Rikku, di razza Albhed e Auron sua vecchia conoscenza in quanto amico del padre, scomparso molti anni prima.

Si tratta di cinque guardiani, guardiani dell'invocatrice del posto (Yuna). Spira è infatti condannata alla sofferenza eterna da un'entità malvagia, denominata Sin, che compare periodicamente per seminare morte e distruzione; solo l'invocazione suprema può placare la sua ira ed è richiamabile dagli invocatori al termine di un lungo e faticoso pellegrinaggio. L'invocazione suprema prevede il sacrificio dell'invocatore che la esegue. La sconfitta di Sin dà inizio ad un periodo di calma e felicità denominato "Bonacciale" che dura poco meno di un anno, durante il quale non comparirà.

Tidus si unirà quindi al gruppo composto da invocatrice e guardiani col duplice compito di aiutare Spira a liberarsi da Sin e di scoprire un modo per tornare al proprio tempo.

Tratto da Wikipedia, l'enciclopedia libera.