Cosplay N. 112 - Costume 342
Anno di realizzazione: 2012
Tipologia: Servizio fotografico
Personaggi: Alice
Abernathy

Titolo originale: Resident Evil: Extinction
Titolo in Italia: Resident Evil: Extinction
Autore:
Capcom
 

"Resident Evil" é dei primi videogiochi survival horror, uscito nel 1996 per PlayStation e successivamente per pc. Famoso per l'inquietudine ed il pathos che trasmetteva.

Numerose sono state le trasposizioni cinematografiche; tutte interpretate dalla bellissima Milla Jovovich che in realta' impersona il personaggio di Alice e non quello dell'eroina del videogioco Claire Redfield. Resident Evil Extinction e' il terzo film della serie ed usci' nel 2007. Alice si trova a dover fronteggiare i morti viventi in un mondo desolato, dove le forme di vita ormai scarseggiano. Si unira' al gruppo di Claire Redfield per cercare rifornimenti e iniziare un viaggio verso l'Alaska con la speranza di trovare civilta' umane.

Il cosplay di Alice é decisamente combattivo, ma allo stesso tempo molto sensuale. Non é stato difficile recuperare dei vestiti trasandati e calze strappate. Piu' complicata la realizzazione delle fondine e del cinturone per le pistole, cuciti totalmente a mano.
Divertentissimo poi calarsi nel forte ed agguerrito personaggio. Un cosplay sognato da tanto e finalmente realizzato!

Vittoria

 
 
 
 
MISSION 111: Resident Evil 3
     
     
     
     
     
     
     
VITTORIA M.
                                 
 
MK-33·2002
                               

Nei cinque anni successivi agli eventi di Resident Evil: Apocalypse, numerose fuoriuscite di T-virus hanno trasformato la popolazione mondiale in orde di zombie, uccidendo contemporaneamente gran parte della vita sul pianeta. I pochi superstiti sono in continuo movimento per sfuggire alle innumerevoli masse di non morti.
Alice intercetta via radio una richiesta di soccorso proveniente dai dintorni di Salt Lake City, dove viene imprigionata da una banda di psicopatici che si divertono a vederla combattere con cani-zombie; riesce però a scappare facendo precipitare i suoi rapitori nell'arena alla mercé dei cani. Poco dopo, trova in una pompa di benzina un diario con la posizione di un rifugio in Alaska presumibilmente non raggiunto dall'infezione.

Nel frattempo, il Dr. Isaacs sta sperimentando gli effetti del virus ottenuto da cloni di Alice, giungendo a creare alcuni super-zombie, benché i cloni abbiano fallito nei test cui sono stati sottoposti (repliche della Villa, dell'Alveare e dell'Ospedale di Racoon City). Per trovare una risposta all'infezione gli serve l'originale, cui sta dando la caccia tramite la rete di satelliti dell'Umbrella, in grado di rilevare l'uso dei poteri psionici che Alice dovrebbe aver sviluppato.
Carlos Olivera ed L.J. si sono uniti a un convoglio, guidato da Claire Redfield, che si sposta in cerca di rifornimenti. Durante una perquisizione, L.J. viene morso ma lo tiene nascosto ai compagni. All'alba il gruppo, fermatosi per la notte, è attaccato da migliaia di corvi infetti; solo l'arrivo di Alice salva il convoglio da un lanciafiamme andato fuori controllo, nel tentativo di proteggere i nomadi, creando una "bolla di energia" che farà rimbalzare le fiammate sugli stessi corvi infetti.

Dopo essersi ripresa dallo stress sopportato per ricorrere alle sue facoltà telecinetiche, Alice convince il gruppo a seguirla in Alaska; prima di partire decidono di rifornirsi a Las Vegas, ora coperta da decine di metri di sabbia. Lì sono attaccati dai super-zombie di Isaacs, che hanno localizzato Alice durante l'attacco dei corvi. Intanto Isaac cerca di dominare la mente di Alice attraverso un Computer. Alice respinge i suoi tentativi di controllarla, e riesce a individuarlo sul tetto di un edificio vicino, da dove Isaacs fugge in elicottero non prima di essere stato morso da uno dei suoi zombie. Contemporaneamente, gran parte del convoglio è ucciso dagli zombie; L.J, morso durante l'attacco e trasformatosi in zombie, viene abbattuto da Carlos dopo aver morso quest'ultimo.
Alice suggerisce di recarsi al vicino impianto sotterraneo Umbrella e impiegare il loro elicottero per fuggire con minor pericolo in Alaska. Quando il gruppo arriva sul posto però lo scopre circondato da migliaia di zombie. Carlos, che ritiene di essere senza speranza, si sacrifica per aprire un passaggio, facendosi saltare con un camion di gasolio e vari candelotti di esplosivo in mezzo all'orda; prima di partire, lui e Alice si baciano.

Il gruppo riesce ad attraversare il passaggio appena aperto, e mentre gli altri fuggono in elicottero, Alice saluta Claire e gli altri e si addentra nei laboratori in cerca di vendetta. La Regina Bianca (versione migliorata della Regina Rossa, il supercomputer responsabile dell'Alveare), la informa che il suo sangue è la chiave per sconfiggere l'infezione, ma gli strumenti necessari si trovano nei livelli inferiori, dove la Regina ha bloccato Isaacs; quest'ultimo, grazie all'azione combinata del virus modificato e di massicce dosi di antivirus, si è trasformato in un Tyrant con incredibili facoltà rigenerative, forza sovrumana e tentacoli sulla mano destra, e ha massacrato tutti coloro che ha trovato.

Alice si inoltra nei livelli inferiori, dove trova uno dei suoi cloni in stato vegetativo. Mentre lo osserva da vicino, Isaacs attacca per poi ritarsi appena lei lo trapassa con un coltello; il clone a questo punto si sveglia e sembra morire fra le braccia di Alice, che lo copre con la giacca e va in cerca di Isaacs. La battaglia continua nella replica della Villa, quindi nella replica del corridoio dei laser, dove Alice è sicura di morire con Isaacs. In effetti, i laser lo tagliano in pezzi (come era accaduto ai membri dell'U.B.C.S.nel primo Resident Evil), ma si fermano poco prima di raggiungere Alice; il suo clone li spegne appena in tempo.
A Tokyo, Albert Wesker informa i dirigenti dell'Umbrella che la divisione del Nord America è perduta; alla riunione compare Alice, in ologramma, che gli giura vendetta e gli promette che sarebbe andata a trovarlo con "alcuni amici". Il film si chiude con Alice che, insieme al suo clone, ne guarda altre centinaia svegliarsi.

Tratto da Wikipedia, l'enciclopedia libera.